A seconda dell’investire negli indici non è una buona idea

Stock Exchange 738671 1280

Investire in fondi indicizzati È una buona idea. Abbiamo commentato di recente su un articolo e l’abbiamo anche fatto nel libro di investimento che abbiamo pubblicato l’anno scorso. A lungo termine la borsa aumenta sempre e quindi è un investimento sicuro ogni volta che gli indici sono diversificati.

Prima di questa premessa, mi ha recentemente chiesto la possibilità di credere di investire nel fondo indice. Ad esempio ci sono banche che ci permettono di essere sfruttati per acquistare gli ETF. Ciò consentirebbe, se uno è disposto a soffrire di qualcosa di più volatilità, avere un’aspettativa di maggiori profitti. Ma non è davvero una buona idea e spiegheremo perché.

slippering da investire non è una buona idea

in generale a seconda delle investire non è una buona idea. Lo abbiamo già detto nel libro, dedicando una piccola sezione per rimuovere l’idea della testa agli investitori amatoriali:

Se è investito con Il denaro che è che hai, puoi perdere tutto, il che è un problema. Ma perdere i soldi che non hai è ancora peggio, perché puoi dare situazioni in cui non è possibile restituire i soldi presi in prestito, con tutto ciò che è supposto

Questo dovrebbe essere presente in qualsiasi tipo di investimento. Sì, è vero che investire in indici a lungo termine è redditizio con grande sicurezza, ma solo il fatto di aumentare il debito dovrebbe farcela sospettare che ci possano problemi.

ETF con leva, maggiore rischio

Bene, vediamo un caso specifico. Investire in ETF con facilità per la leva finanziaria, poiché alcuni broker danno in Spagna. Invece di acquistare gli ETF da un indice, può essere investito con la leva x2. Questo è, per ogni 1.000 euro investito la Banca mette altri 1.000 euro. Ciò consente che se la redditività attesa di un indice è del 6% all’anno, è moltiplicabile per due, cioè del 12% all’anno. Sicuramente qualcosa di meno per il costo del debito, ma sembra abbastanza buono.

Tuttavia, c’è sempre il lato oscuro della leva finanziaria. Un investitore può pensare che questo lato oscuro sia la più grande volatilità (le cadute sono anche raddoppiate) e che se sei disposto a sostenerlo, poiché sa che a lungo termine gli indici salirono, è una buona strategia.

Il problema è che quando un broker consente di sfruttare, è sempre coperto da perdite. Nel caso precedente, con una leva x2, se l’indice cade il 50% chiuderebbe la posizione, dal momento che i soldi del cliente sarebbero svaniti, sarebbe solo la parte del debito.

Può sembrare che il 50% sia un sacco di caduta per un indice, ma non è raro per le grandi cascate. Il punto crisi com ha fatto il S & P500 Autunno 49%. Nella crisi finanziaria internazionale, la caduta era del 50%. E anche se il mercato si è ripreso molto forte dal 2009, la verità è che negli ultimi dieci anni ci sono stati brutti giorni, con cadute intraday fino al 6%.

Cosa significa? Ciò che sfrutta X2 potrebbe essere il limite, dove vi è certamente il rischio di perdere tutti gli investimenti a scapito di maggiori guadagni potenziali. Ne vale la pena?

Se supereremo questo grado di leva finanziaria, la più grande volatilità può farti perdere tutti i soldi in poche sessioni negative. Per me non è una buona idea investire gli sfruttati, quindi ho detto nel libro pubblicato un anno fa e lo tengo anche per gli investimenti che a lungo termine c’è una grande sicurezza che sono buoni.

Gli ETF leveraged, né sono adatti a lungo termine

c’è un’altra possibilità di investire leveraged senza i rischi di soffrire di una chiamata di margine che ci ha lasciato senza soldi e sta investendo direttamente su ETF leveraged. Questi fondi citati permettono di investire in un indice con un fattore di moltiplicazione.

Tuttavia, la verità è che questi ETF replicano bene le tariffe a breve termine, ma sono sintetiche, e nel lungo periodo differiscono abbastanza indici originali. C’è anche il rischio che non vi sia alcuna controparte. Alla fine è come investire in un derivato, che non consiglio neanche. Come ho detto nel libro:

In generale è ragionevole fuggire da tutto questo tipo di strumenti se non si sa molto bene cosa è fatto

Una maggiore redditività, rischio più elevato

Alla fine della conclusione di tutto questo è che quando si cerca di cercare una maggiore redditività, aumenta il rischio. Se il rischio è misurato, non succede nulla, ma un investitore che non è un vero esperto dovrebbe evitare di cercare una maggiore redditività sollevando il rischio.

Anche le persone esperte intelligenti ed esperte commette questo tipo di errore.Negli anni ’90, un’azienda chiamata gestione del capitale a lungo termine, fondata da esperti (Inlcuso Nobel Awards) in economia e investimento, rischi sottovalutato in modo notevole e quasi porti a rovinare verso il mondo intero, perché la sua strategia era basata sugli investimenti di pochissimo rischio e piccola redditività, ma molto leva fatturato per ottenere rendimenti ragionevoli.

Che cosa è successo è che in realtà ha moltiplicato il rischio, e quando una crisi internazionale è venuta trascinata e, il peggio, quasi trascina tutto il I prestatori (che erano fondamentalmente il sistema bancario internazionale). È una lezione che non devi dimenticare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *