addio, il definito. Ciao, 10x Sfida! (Italiano)

Nella definita ho fatto un test di prova e kombucha in modo che potessero criticarla con la conoscenza della causa che non l’aveva portata e spaventata di sapere che aveva qualcosa di fluttuante, molto simile a un fungo.

Sebbene diverse la testasse, hanno finito per conorare il termine “akombucho” per riferirsi a qualcosa che sembra male o può essere disgustoso. Anche se non potevo convincerli tutti i benefici che promette, Spero che questo articolo possa molti per formare la loro opinione su di esso, anche senza averlo ingerito … anche.

La Kombucha, fungo da puttano, funghi del tè o fungo cinese, è una bevanda fermentata fatta di Basato sul tè, di solito verde o nero, addolcito (con zucchero o miele) e con una colonia di microrganismi: batteri e lieviti, chiamati Scoby (Comunità simbiotica di batteri e lieviti).

  • Interesse: 7 abitudini alimentari sane che lavorano per tutti, a seconda della scienza

al risultato della miscela Ti è stata premiata diverse proprietà, perché questa bevanda bollente offre molti benefici per la salute, tra cui il miglioramento della digestione e della funzione immunitaria, secondo il Nutrizionista di Lisa Moskovitz alla rivista per la salute delle donne.

Ha detto che quando Scobie ottiene In una ciotola piena di tè nero o verde zuccherato, lo rende diversi acidi organici, come ad esempio: Glucuronico, Gluconico, Lattico, Acetico, Butyric, Malic e único. Ha anche molteplici vitamine, in particolare B e C; Come amminoacidi, enzimi e, naturalmente, tutti i benefici dei microrganismi probiotici stesso.

“È bello sottolineare che questi microrganismi che fermentano il tè sono innocui, così come, ad esempio, il lievito o il probiotici che consumiamo e richiediamo un mezzo acido durante le sue fasi di preparazione”, ha chiarito Catalina Silva , Nutriologa e direttore del programma Bilancia vitale della clinica terré alla rivista Donna.

Nel corso della storia, è stato insignito diversi vantaggi come la riduzione del rischio di cancro, proprietà antimicrobiche, antiossidanti antimicrobici, essendo un cibo probiotico , Elimina le tossine, ridurre il rischio di malattie cardiache. Migliorerebbe anche la digestione, controllare il diabete di tipo 2, faciliterà la perdita di peso e un lungo eccetera.

Ci sono alcuni studi preliminari che supportano questi postulati che supportano questi postulati , Anche se la maggior parte si basano su studi allo stesso kombucha o agli esperimenti nei ratti. Pertanto, non c’è ancora uno studio importante che è stato fatto con persone che hanno consumato questa bevanda per un certo periodo.

Storia di Kombucha nel mondo

Mentre, l’origine del Kombucha è anche incerta, sebbene si riferisca all’Asia, ci sono alcuni paesi che avrebbero potuto essere il primo a scoprirlo, prepararlo e consumalo. Qui nomineremo i luoghi principali in cui questa bevanda potrebbe iniziare e massaggiata e massaggiata.

kombucha in Cina

Ci sono record che questa bevanda è stata un liquido sano e medicinale per più del 2000 anni. Alcuni riferimenti di ciò che si ritiene che sia il Kombucha cita i poteri di “tè dell’immortalità” o “Elisir of Long Life” durante la dinastia Qin, in Cina (221-206 A.C). Sfortunatamente, non molti documenti sono sopravvissuti a quel tempo, ma dato che il loro consumo è collegato al tè nero, si ritiene che ci possano essere persone che hanno preparato questa preparazione di otto secoli prima, durante la dinastia Shang (1766-1122 aC).

L’origine di Kombucha è diffusa e parte della inaccuratezza deriva dalla diversità dei funghi medicinali utilizzati in Cina e nel resto dell’Asia. Sebbene sia stato collegato a un fungo, non è così tale, anche se ha il proprio aspetto. In realtà è una colonia di batteri e lievito, che sono un tipo di fungo, che produce vari tipi di fermentazione in tè addolcito, rendendo un bevanda giallo, dolce e un po ‘acido per formare, con gas e un odore leggero di aceto.


Fonte: BBC buon cibo.

kombucha in Corea

Dal momento che la penisola coreana è all’estremità orientale della Cina, dal Mare est all’attuale provincia di Shandong, dove la dinastia Shang era governata per secoli. Ci sono cresciute le prime piante da tè e si ritiene che Kombucha fosse parte di queste piantagioni. Per questo, sia il tè che la Scobie, potrebbero aver raggiunto la penisola in una missione commerciale, sebbene rimanga pochi record di tali missioni, perché i governanti coreani della dinastia Goseon erano spesso in conflitto con gli imperatori cinesi.

kombucha in Giappone

Durante il periodo di Kofun (da 250 a 538 d.C), i governanti giapponesi hanno iniziato a stabilire relazioni con imperi cinesi e coreani in tutto il mare del Giappone e dal Mar della Cina orientale. I monks buddisti viaggiavano tra questi paesi, avrebbero anche introdotto il tè nei monasteri locali e per anni, questa bevanda sarebbe stata consumata solo dai monaci e dai membri della corte imperiale.

A quel tempo, i giapponesi già Aveva un drink chiamato “kombu cha”, prodotto con alghe in polvere secca (Kombu), tè verde (CH) e acqua calda.

Questa storia aggiunge altri interessanti in cui è menzionato il dottore coreano di nome Kombu, che All’inizio del secolo V DC guidò il fungo Lingzhi in visita all’imperatore Inkyo del Giappone. Durante l’incontro, ha preparato un “tè miracoloso” con questi funghi per curare i problemi digestivi dell’imperatore, ma è sconosciuto se Quel fungo avrebbe potuto essere uno scoccimento con il tè nero o se il medico ha effettivamente elaborato Kombucha.

Un altro capitolo successivo dice che, alla fine del IX secolo, il Giappone chiuso al mondo esterno, ma tre secoli dopo, si aprì di nuovo, che sarebbe stato usato dal Monk Eisai buddista per portare le piante di tè verde per coltivare. Da quel momento, si ritiene che Kombucha fosse usato come tonico sanitario nel paese giapponese.

kombucha in Russia

Tè e kombucha Viaggio da est e ovest durante la dinastia Han, da allora La Cina ha stabilito percorsi commerciali lungo la strada della seta. La maggior parte del tè che era ovest, era nero, perché era più facile memorizzare per lunghi periodi. Attraverso questi viaggi commerciali, il tè è arrivato a ciò che è ora la Russia e l’Ucraina, e ha anche attraversato il Mediterraneo a quello che è ora in Italia, Francia e Inghilterra.

Questa bevanda non era qualcosa di immediatamente popolare in Europa dove è ancora la comparsa di funghi nel cibo è una ragione per buttarla via.

I popoli dell’Europa orientale avevano una tradizione consolidata e loro Utilizzato la fermentazione per conservare il loro cibo, come il crauti della kvas (bevanda fatta di pane di segale fermentato). Anche se la prova del Kombucha in quest’area è da poche centinaia di anni fa, si ritiene che a causa della divulgazione del tè nero, la gente ha consumato questa bevanda da quando è molto prima.

Kombucha in Europa e il Stati Uniti

Una volta che lo zucchero e il tè sono stati resi più accessibili dal 1850 in poi, più persone hanno iniziato a consumare e conoscere Kombucha. I dottori e i guaritori dell’Europa orientale furono i primi a usare questa bevanda come rimedio e, entro la fine del XIX secolo, le storie sull’efficacia di questa birra si stavano diffondendo.

Durante la prima guerra mondiale, quando i prigionieri russi furono inviati in Germania, Ungheria e Francia, le loro tradizioni del tè sono state anche prese con loro. Nelle epoche delle guerre, con le diverse migrazioni verso l’Oceano Atlantico, le tradizioni culinarie e mediche dell’Europa orientale sono state meglio conosciute nel resto del continente e degli Stati Uniti.

nomi diversi, stessa bevanda

La Kombucha ha una grande varietà di possibili origini e anche i nomi, “Kombu” significa Alga e “cha” significa tè in giapponese.

In Giappone, “Kombu CHA” è il nome di una zuppa di alghe e Kombu non è correlata a questa bevanda fermentata. Nel paese giapponese si chiama “Kocha-Kinoko” che significa “fungo del tè nero” .

in Cina, il nome di questo Brew Millennial è “Jon Cha Chin” e si traduce come “fungo del tè rosso”.

in Corea, la parola usata è “Hongcha beoseo- TCHA “che significa” tè dei funghi “. Infine, in Russia, si chiama “Chaynyi Grib”, che è letteralmente “funghi del tè”.

  • potrebbe interessarti: è vero che il tè verde si snello?

>

Dove trovo il Kombucha?

Nel nostro paese ci sono diverse aziende dedicate alla produzione di Kombucha, essendo alcuni dei quali: Shakti Kombucha, Kombu ChaCha, Kombu Cile, Kombu Kombucha , Ghali Kombucha e fermenta il Cile. Un modo sicuro per consumare è l’acquisto di uno dei fornitori che vendono una bevanda pastorizzata e, pertanto, senza rischi nel suo consumo e con una laurea alcolica minima (circa 0,5 °).

Nel 2010, la Food and Drug Administration (FDA) classificava il Kombucha non pastorizzato come alcool, perché continua a fermentare all’interno della bottiglia. Ciò ha portato a apportare modifiche nelle procedure ed etichettate, quindi oggi il Kombucha è più pastorizzato di prima o è etichetta come bevanda alcolica.

altri o Pzione a cui alcuni hanno fatto ricorso è quello di rendere la tua Kombucha a casa, devi solo avere una Scoby, o Kombucha Madre, nutrila con tè, zucchero e lasciarlo fermentare in un contenitore di vetro coperto da un chiffon pochi giorni.Ci sono diversi tutorials e negozi che offrono di insegnare la preparazione ad avere Kombucha fatti in casa e aiutare la nostra tasca, ma dovrebbe essere molto attento, poiché se la fermentazione o gli ingredienti non vengono eseguiti correttamente o nelle quantità appropriate, la bevanda può causare un’intossicazione ( Questo per effetti sulla fermentazione, contaminazione o altri).

Nella mia esperienza, senza allenamento medico o scientifico, oserei dire che prendendo regolarmente Kombucha, ha avuto effetti positivi a breve termine, aiutandomi a chiarire il disagio del colon irritabile. Dopo averlo consumato per alcune settimane, mi sento meglio, il mio stomaco è stato scartato, ho smesso di sentire il dolore o la combustione costante, colui che si sentiva soprattutto dopo i pasti, e il mio transito intestinale è cambiato anche per il bene.

Tuttavia, il consiglio che potrebbe dare loro è provare questa bevanda e formare la propria opinione a riguardo e se non gli piace, hanno tutta la libertà di escludere il loro consumo. La grazia è che ora non puoi passare il gatto per lepre.

conosci questa bevanda? Lo proveresti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *