Disastri naturali in America Latina: Satelliti al salvataggio

Ogni volta che il vulcano antincendio viene rovinato, la popolazione del Guatemala trema. L’eruzione di questo vulcano, il più grande dell’America centrale, nel giugno 2018, è stata la peggiore in 40 anni. Il ricordo è troppo vivo, più di cento persone sono morte nell’evento.

America Latina e i Caraibi sono regolarmente montati da inondazioni, siccità, gelo, onde, frane, attività vulcanica, terremoti, tsunami, tsunami e gonfiarsi. La scarsa pianificazione e amministrazione dello sviluppo urbano e regionale, povertà e disuguaglianza sono, tra gli altri, alcuni dei fattori che aumentano l’impatto dei disastri.

Tuttavia, per ridurre alcuni dei rischi, i paesi hanno vari Strumenti, compresa la piattaforma delle Nazioni Unite per la gestione delle catastrofi e la risposta di emergenza attraverso informazioni ottenute dallo spazio (Un-Spider). Creato nel 2000, facilita l’accesso e l’uso di “Informazioni ottenute dallo spazio in tutte le fasi del ciclo di gestione delle attività in caso di disastro, in tutte le regioni del mondo”, spiega DW Juan Carlos Villagrán de León, direttore del Direttore del Ufficio a Bonn (Germania), che si concentra sulla fornitura di copertura in America Latina e nei Caraibi.

infografik karte katastrofenfälle in lateinamerika è

Messico, La Colombia e il Brasile hanno registrato il maggior numero di disastri nella regione.

“L’uso dei satelliti facilita una migliore comprensione delle minacce naturali e del loro comportamento. Questo ci aiuta a elaborare mappe di minaccia o pericolo, che dovrebbe essere utilizzata per introdurre i regolamenti di utilizzo del suolo “, spiega. “Inoltre, le informazioni sull’esposizione di elementi vulnerabili situati in aree ad alta minaccia dovrebbero aiutare a identificare quale di quegli elementi dovrebbero essere trasferiti a zone meno minacciate”, aggiunge. Tuttavia, riconosce che “nei paesi in via di sviluppo costi per implementare questo tipo di politiche.”

Nonostante questo “, dal 2014, alcuni uffici regionali ci hanno supportato con procedure passo-passo per elaborare le immagini satellitari Al fine di creare mappe specifiche “, dice. Sulla base di loro, le pratiche sono raccomandate, ad esempio, per prevenire incendi boschivi. “Potresti pensare che le regioni che circondano il fuoco possano sperimentare incendi ugualmente severi”, spiega Villagron, origine del Guatemalan.

Prevenire la siccità, la sfida dell’America centrale

una delle linee principali di lavoro di La piattaforma è la siccità. Il progetto FOSAT-S mira a incorporare i dati satellitari sugli effetti della siccità nel suolo e della vegetazione, informazioni tradizionali sulle anomalie dei piogge. Attraverso i satelliti. Identificare le aree più colpite e in che modo una siccità progredisca. Questo può essere fatto ogni 8, 10, 16, 20 o 32 giorni. Inoltre, poiché esiste un ampio numero di immagini di file, è anche possibile confrontare gli impatti di una siccità corrente con siccità storiche a partire dal 2000 “, si distingue. “Con la tecnologia satellitare è possibile rilevare il livello di vigore della vegetazione (quanto è verde)”, dettagli.

ritratto: Juan Carlos VillaGran- Direktor Onu Spider Bonn

Villagran ha dato di conoscere il lavoro svolto dalla piattaforma Un-Spider in un incontro organizzato in Bonn la scorsa settimana.

Inoltre, l’organizzazione internazionale è impegnata nel Questi sistemi di allarme precoce “incorporano informazioni sulla tipologia del suolo, i tipi di colture, i mezzi di sostentamento, gli aspetti socioeconomici delle comunità vulnerabili, nonché le informazioni su quale tipo di misurazione sono state implementate in eventi precedenti”, aggiunge.

La Noneette Villagrán riconosce che è un progresso “molto lento” da quando “Da un lato, non vi è alcuna presenza permanente nei paesi e, dall’altro, perché sembra esserci una resistenza al cambiamento”. A questo, è necessario aggiungere la necessità di avere più informazioni locali sul tipo di colture di ciascun paese.

La piattaforma raccoglie pratiche tramite un portale Internet e offre una formazione tecnica e consulenza per facilitare lo scambio di dati e informazioni tra istituzioni. “Abbiamo effettuato più di 30 missioni tecniche in Asia, Africa, America Latina e Caraibi”, afferma Direzione Guatemalan, che la prossima settimana visiterà il Perù ed Ecuador.

(ER)

Deutsche Welle è la stazione internazionale della Germania e produce un giornalismo indipendente in 30 lingue.Seguici su Facebook | Twitter |. YouTube |

  • predefinito

    guatemala: a Paese sepolto in Ash

    La speranza è l’ultima cosa che è persa

    i soccorritori continuano a cercare i corpi sepolti, viventi o morti. I lavori devono essere interrotti di volta in volta perché il vulcano è ancora attivo, perché le ceneri sono ancora bruciate e dalle forti piogge.

  • Due uomini cercano tra detriti.

    guatemala: un paese Sepolto in Ashes

    C’è qualcosa all’interno?

    Quelli che sono stati costretti a fuggire domenica (3.06,2018) ha appena avuto il tempo per indossare qualsiasi cosa con lui. Due giorni dopo l’eruzione, Walter Amilcar García (destra dell’immagine) ritorna alla sua casa distrutta.

  • Bildergalerie Guatemala Vulkan (Picture-Alliance / AP Photo / R. ABD)

    Guatemala: un paese sepolto in Ash

    Montagna effervescente

    “vulcano antincendio” è il nome di questa montagna di 3.700 metri di altezza. La sua effervescenza è percepita dal 2002 e lo scorso maggio un’eruzione ha causato una valanga di fango. L’eruzione attuale è la più forte per quattro decenni.

  • Guatemala: un paese sepolto in Ash

    rifugio a scuola

    Alcune 12.000 persone dovevano essere evacuate. Molti di loro sono stati accolti in ostelli di emergenza. Apparentemente, i primi segni della prima eruzione si sono verificati otto ore prima che accadesse. Tuttavia, l’avviso di evacuazione è arrivato troppo tardi in alcuni punti.

  • Bildergalerie Guatemala Vulkan (Reuters / 2018 DigitalGlobe / Maxar Company)

    Guatemala: un paese sepolto in Ash

    Nuvole piroclastici

    Le nuvole piroclastiche sono particolarmente pericolose. Sono formati da cenere, gas, roccia vulcanica e lava e avanzare a una velocità di cento chilometri all’ora. L’immagine satellitare a sinistra mostra un campo da golf dopo l’eruzione.

  • Bildergalerie Guatemala Vulkan (Reuters / c. Jasso)

    Guatemala: un paese sepolto in Ash

    annegato o bruciato

    Chi viene catturato da una nuvola piroclastica non ha possibilità per la sopravvivenza. La temperatura varia tra 300 e 800 gradi.

  • Bildergalerie Guatemala Vulkan (Reuters / J. Heads)

    Guatemala: un paese sepolto in Ash

    Duello per i propri cari

    Fino ad ora, sono stati trovati 99 corpi. Non è stato identificato un terzo di loro, dal momento che il calore ha bruciato e lasciato mummificato. Di alcune vittime ci sono state solo le ossa. 200 persone continuano a mancare.

  • Guatemala: un paese sepolto in Ash

    camminare sulle ceneri brucianti

    le ceneri sono ancora così calde, che bruciano le suole degli stivali dei soccorritori. “Possono lavorare solo in quei luoghi in cui possono camminare sui tetti delle case”, afferma il volontario Diego Loranza.

  • Guatemala: un paese sepolto in Ash

    quasi esausto

    La salvezza funziona esaurisce le forze dei soccorritori, non solo la fisica, ma anche i sensitivi. Molte volte, quando cerchi di alzare un corpo da terra, si libera di cenere tra le mani.

  • Bildergalerie Guatemala Vulkan (Picture-Alliance / Zumorress.com)

    Guatemala: un paese sepolto in cenere

    come mantello grigio

    tutto un tempo era verde, ora coperto da uno spesso strato grigio di cenere. Le ceneri hanno sottolineato molte sorgenti di acqua potabile. Ora c’è il rischio di inondazioni a causa di forti piogge.

  • Bildergalerie Guatemala Vulkan (Reuters / c. Jasso)

    Guatemala: un paese sepolto in Ash

    una piccola speranza

    riunione tra amici. Walter Amilcar García salva dalla sua casa al cane di suo fratello.

    Autore: uta steinwehr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *