“Dovremmo averti annullato quando potremmo”: un medico, accusato di un crimine di odio contro un ispanico a Miami

l’americano Jennifer Susan Wright, 58 anni, è stato arrestato lo scorso venerdì a Miami, accusato Di commettere un crimine di odio contro un ispanico, riferisce Miami Herald con riferimento alla polizia.

L’incidente ha avuto luogo in un negozio il 20 gennaio, il giorno dell’investitura di Joe Biden. Nella fila, la donna si avvicinò all’ispanico, così gli ha chiesto di mantenere la distanza sociale, prima in spagnolo e poi in inglese. Wright è diventato infuriato e cominciò a “mormorare parole cattive”. Da parte sua, l’uomo la ignorò e ha finito i suoi acquisti.

Tuttavia, quando ha lasciato il negozio e stava caricando le borse nella sua auto, Wright tornò di nuovo, questa volta su un piede del suo costoso. La sua richiesta che si ritirò, lo infuriava ancora di più. Nella sua diatriba, la donna – che lavora come anestemana in un centro medico locale ed è un sostenitore infuocato di Donald Trump – ha dato all’uomo un insulto razzista e affermato: “Dovremmo averti annullato quando potremmo.”

“Questo non sarà Biden America, questo è il mio America,” disse Wright e ha aggiunto: “Dovremmo aver bruciato tutto”. Poi, ha proceduto a graffiare con le sue chiavi della macchina della vittima, dicendo che dovrebbe lasciare “il suo paese”. Quando l’ispanico ha cercato di chiamare il 911, lo ha calciato e cercato di calpestare il telefono.

Wright è stato arrestato a casa a Miami Springs. Affronta le accuse di danni a proprietà straniere, intimidazione e aggressività con pregiudizio, che solleva un ufficio a livello di criminalità. Ha lasciato la prigione dopo aver pagato la cauzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *