Il Kobe Echo e Lebron Whatsapp ispira i Lakers: “Lavoro non è finito”

Guille Álvarezbarcelonajeriodist

Aggiornato il 07/10/2020 15:25

La prossima vittoria di Los Angeles Lakers non sarà alcuna vittoria. Hanno fino a tre opportunità contro il calore di Miami per raggiungere il loro diciassettesimo titolo di storia, una cifra che eguagliava i loro archiremi di Boston Celtics alla cuspide della NBA. In una stagione piena di shock, un anno iniziato con la morte di Kobe Bryant e che è stato allungato fino a ottobre in mezzo a proteste razziali e una pandemia globale, L.a. Continua a guardare l’eredità della leggenda deceduta per stare fermi nel tuo obiettivo.

“Sappiamo cosa è in gioco, il lavoro non è fatto”, Lebron James ripeté ancora una volta dopo il trionfo di Los Angenos. Entro il 96-102 nella quinta corrispondenza delle finali NBA 2020 che mette il 3-1 nella cravatta. “Non dormirò finché il lavoro non è stato fatto.” È una frase che replica una famosa citazione di Kobe Bryant alla fine del 2009: “Il lavoro non è finito, è il lavoro finito? Non credo.”

La frase è stata la mantra non ufficiale di questi Lakers di Lebron James e Anthony Davis. Non sono stanchi di ripeterlo durante tutti i playoff e hanno persino iniziato a commercializzare le magliette con esso.

lebron ha ordinato un messaggio mobile al tuo team, al gruppo Team WhatsApp, dopo il tuo pisolino. Li ha informati che dovrebbero vincere il quinto Partito Sì o Sì. “Mi sono alzato dal pisolino dopo la formazione del mattino e ho sentito la pressione, che era una delle feste più importanti della mia carriera”, ha detto in una conferenza stampa. “So che abbiamo suonato con una grande squadra, una squadra ambiziosa e molto ben addestrata, sento che se vogliamo essere campioni, dovremmo avere lo stesso atteggiamento, e questa è la mia mentalità.”

“È la prima volta che Lebron manda un messaggio nella bolla che dice che una festa era essenziale,” disse Anthony Davis, tremendo in attacco e primordiale nello schema difensivo che ha dato la vittoria del Lakers.

Era cosa ha trasceso nell’atteggiamento di la In pista. Tutti i giocatori hanno giocato come se fosse l’ultima partita della loro vita, compreso un Kentavius Caldwell-Papa esaltato. “Significa molto per me che i miei colleghi fidissero a raccogliere l’intensità in difesa e segnare in attacco”, ha spiegato la base, autore di 15 punti e 5 assist. “Mi sono sentito bene, si tratta di giocare e non preoccupato se non entra I colpi, rimangono sempre al ritmo del partito. “

Una tripla di Anthony Davis a 39.7 secondi della conclusione ha finito di decidere un incontro risolto dai più piccoli dettagli, e quei dettagli non passarono inosservato tra i suoi compagni . “È stato un grande gioco per un grande momento,” disse Lebron su quella tripla. “Non solo per l’annuncio, ma per il nostro team e il nostro franchise.”

Questi dettagli erano la convinzione, di qualche calore instancabile nella tua missione. “Sappiamo che dobbiamo stare meglio, che possiamo essere migliori”, ha detto Jimmy Butler, che si basa ancora sulle possibilità della squadra nonostante i 3-1 nella cravatta. “Abbiamo commesso errori cruciali, e ho sempre detto che loro sono una squadra. Incredibile e dobbiamo giocare quasi perfetti per poterli battere. Vediamo il gioco e impara da esso, ma non possiamo perderci di nuovo. “

La perfezione non è caduta da parte di Miami ed Erik Spoceltra non poteva fare nulla di diverso dal fatto che arrendersi davanti alla lotta e allo spirito di i suoi giocatori. “Ho amato vedere i nostri ragazzi a competere, mentre rispondono all’interno di quelle quattro linee”, ha detto l’allenatore. “Era una partita sinistra e venuta e c’erano momenti di verità verso la fine, e la conclusione è che hanno vinto in quel momento “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *