Il più dolce della pasticceria Sham, dopo aver sfuggito al Warri-Barlil

Sham

Il proprietario del proprietario del Pasticceria siriana-libanese, Ahmad

La Patissería Sham è uno spazio gastronomico che muove il consumatore per provare i dolci dell’Est il cui proprietario recente è uscito Di essere un architetto in Aleppo che è fuggito dal conflitto in Siria da intraprendere in un business della pasticceria orientale a Madrid. Il Baklawa, preparato nello stile dei chef congiunti in Siria o del Libano, è diventato una gastronomia che molti grandi supermercati vendono.

Ahmad era un architetto in Aleppo che aveva una vita placida e una famiglia che stava crescendo. Sposato, con una figlia e un bambino sulla strada goduto ogni giorno in una delle più grandi città della Siria. Ma quando la guerra è esplosa, la vita è cambiata. Uno degli attentati raggiunse la sua casa. Nel mezzo del rumore di quella notte, sia Ahmad che sua moglie potevano solo pensare a raggiungere la stanza della figlia senza sapere che avrebbero scoperto. Fortunatamente, stava bene, ma quegli istanti li hanno fatti considerare un cambiamento radicale. Decise di andarsene affinché i loro figli potessero godere di un’infanzia normale.

In questo modo, nel 2012 sono venuti a Madrid. Non appena è atterrato, cercò di convalidare i suoi studi al Ministero della Pubblica Istruzione. Ma l’amministrazione lo ha costretto a svolgere il progetto finale di carriera all’Università. Per questo alefante la necessità di lavorare era molto più grande di iniziare a studiare. Doveva lavorare per essere in grado di andare avanti in un paese in cui era appena iniziato da zero.

Gasomed Circa 10 mesi a Madrid, Ahmad ha trovato lavoro nella catena di Shukran come cameriere. Nel corso del tempo, la società ha deciso di fare un manager presso la pasticceria Trabolsa, che stava correndo dal 2010. Questa vendita locale di Baklawa passò poi Shukran come i ristoranti libanesi della capitale. Fino a quando la società non ha deciso di mettere il posto in vendita.

Ma Ahmad, si è rammaricato che la fattoria della pasticceria si chiuse perché riteneva che non aveva brutte vendite. A causa della sua esperienza come un autonomo a Aleppo quando ha lavorato come architetto, ha deciso di intraprendere e comprato il negozio. Così, è diventato il proprietario del business delle vendite di Baklawa e mise il nome della figlia alla pasticceria araba, Sham, che significa “la grande siria”.

la patissería sham

Sham

Interno della fombera Pastry su Calle Antonio Calvo

Sham ha aperto le sue porte nel 2015 come pasticceria siriano-libanese su Calle Antonio Calvo numero 3, vicino alla M30 M30. Sebbene la maggior parte della sua lettera sia delicatessen che si trova in Medio Oriente, il proprietario ha incluso anche dolci del Marocco come le corna gabbulate (pasta di mandorle e farina con acqua di Azahar), il Briouat (mandorla riempiendo la pasta sfoglia) e il Chebakia (massa di farina e mandorle con sesamo). La metà dell’offerta provengono dalla fabbrica di Shukran. Sebbene Ahmad abbia selezionato diversi fornitori in base alle richieste dei propri clienti.

Il bersaglio che va a Sham è di circa 80% spagnolo e 20% arabi. Le prelibatezze preferite del pubblico spagnolo sono il Baklawa del Pistacchio (pasta sfoglia piena piena del pistacchio), i nidi del pistacchio (massa sotto forma di filati ripieni del pistacchio) e Bokag (anacardio e pistacchio di pasta sfoglia). Mentre i consumatori arabi scelgono di comprare la Beloria (due strati di pasta nei fili pieni del pistacchio) e il mamul – Ihech con una massa di semolino o noci del grano-pistacchio. Una delle specialità trovate nella Sham Pasticceria, e non in Medio Oriente, è la Baklawa con la massa di cioccolato.

Ahmad, ha visto migliorare la pasticceria delle caramelle arabe Dal momento che il business è tuo e può includere le tue idee nell’itinerario. Ora, si apre ogni giorno e ha iniziato una comunicazione da parte dei social network. Diversi piatti salati del Mediterraneo orientale possono anche essere acquistati come fatayer di carne (cilindini ripieni di carne, cipolla, peperoni, pomodoro e pinoli) o formaggio. I giorni in cui più clienti arrivano al negozio sono nei fine settimana, oltre a essere in grado di trovare più varietà di prodotti.

il baklawa

nidi Pistachio

nidi del pistacchio
immagine 1 di 7

Il Baklawa è uno dei dessert prefolletti nella gastronomia del Medio Oriente, della Turchia e dei Balcani.Sebbene la sua origine torna all’antica mesopotamia, alcuni storici sottolineano che gli assiri erano i primi ad unirsi a strati di pane, noci tritate e miele in S. VII A.C. Ma la cucina turca era quella che ha popolare il Baklawa.

Ci sono alcune differenze nel modo in cui il Baklawa è preparato secondo il paese. In Turchia questi dessert sono più dolci, mentre in Siria il grano è molto più terreno. D’altra parte, anche il modo di cucinare la pasta tra il Medio Oriente e il Nord Africa varia. Il Baklawa è immerso nello sciroppo quando lo si rimuove dal forno, mentre in dolci marocchini, il miele è usato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *