Il rilascio di trota

pesca e ritorno nei Grandi Laghi (*)

Conclusioni di uno studio recente eseguito nei Great Lakes of the USA

Un componente critico nell’ordinamento e nella regolazione della pesca è comprendere appieno cosa succede con il pesce quando vengono catturati e rilasciati.

Molto di recente, il Dipartimento delle risorse naturali del Michigan – USA ha studiato, in particolare, che accade al lago trota dopo essere stato intrappolato e rilasciato. L’ha fatto attraverso un’indagine sulla valutazione della sua mortalità.

Per garantire che i dati accurati vengano raccolti su pesci che sono persi a causa della pesca, le stime di mortalità dovrebbero includere entrambi i pesci catturati e non rilasciati come il pesce Ciò rilasciato e poi muore come risultato della pesca, il DNR ha detto in una nuova dichiarazione sui risultati dello studio.

La divisione di pesca DNR raccoglie questi dati attraverso il programma di controllo dell’acquisizione. I dipendenti della DNR, situati nei porti dei Grandi Laghi del Michigan, rappresentano il lago trota che è stato catturato e rilasciato. I dati vengono caricati in modelli di popolazione di pesci utilizzati per stimare le tasse di cattura per la pesca ricreativa e commerciale.

“La sottovalutazione della mortalità del pesce rilasciata dai fan di pesca si traduce in rate di cattura inaffidabile e che, di conseguenza , non sono protettivi di questa importante specie sportiva “, ha affermato il biologo della ricerca sulla pesca DNR, Shawn Sitar.” Pertanto, è essenziale per la gestione del lago trota da DNR., hanno stime affidabili della mortalità dei pesci liberati “.

Guarda anche: restituire il grande

Sfortunatamente, poco era noto sulla mortalità della trota lacustre dei grandi laghi rilasciati dai pescatori. Alcuni studi sono stati condotti per le popolazioni di trote nei laghi interni, ma solo uno studio sulla mortalità della trota lacustre ha liberato dai pescatori dai grandi laghi è stato fatto.

“Lo studio, eseguito da Andrew Loftus nel 1988 , ha indicato che la mortalità dopo essere stata rilasciata, ha una media del 14,9% con un intervallo statistico del 7,4-25,7 percento “, ha detto Sitar.

” Ma lo studio ha avuto alcuni limiti gravi, tra cui:

  1. Dimensioni scarse del campione, solo 67 pesci, in un periodo di due anni.
  2. non ha catturato trota in acque di più di 150 piedi e solo otto pesci furono catturati e rilasciati in profondità vicino a 145 Piedi.
  3. Piccole informazioni sui fattori che influenzano la mortalità dei pesci rilasciati, dopo essere stati catturati attraverso la pesca. “

Un gran numero di lago trota del grande I laghi vengono catturati a profondità superiori a 150 piedi, in particolare nel lago Superiore, ma lo studio del 1988 non includeva necessariamente ciò che il barotrauma produce a quei pesci. Il Barotrauma è la ferita causata da un aumento della pressione dell’acqua – spesso causata da muoversi rapidamente attraverso una colonna d’acqua quando viene recuperata dall’azione della bobina dopo essere stata inchiodata dal gancio -.

Tenendo conto L’importanza di ottenere stime precise della mortalità della trota del lago rilasciata dai pescatori dei Grandi Laghi e dalla mancanza di dati di studio sugli effetti del Barotrauma, è che il DNR ha eseguito lo studio summenzionato. Permette di stimare il tasso di mortalità della trota lacustre, con l’azione della pesca con il rilascio nelle acque del Michigan dei laghi superiori e dell’Huron. Lo studio ha inoltre esaminato i principali fattori ambientali e di pesca che influenzano la sopravvivenza dei pesci rilasciati dai pescatori.

Guarda anche: Fish

“In questo studio, il personale della divisione di pesca ha stimato la mortalità della trota lacustre rilasciata dai pescatori, utilizzando il pesce contrassegnato con etichette a Los Lagos Superior e Huron, confrontando le differenze in I tassi di ritorno delle etichette tra il pesce catturarono in trappole (gruppo di controllo) e il catturato e rilasciato dai pescatori (gruppo di trattamento) “, ha detto Sitar.

per determinare quali altri fattori potrebbero influenzare la mortalità di La trota del lago rilasciata dal pescatore è stata presa in considerazione e valutata: Barotrauma, temperatura dell’acqua superficiale in cui il pesce è rilasciato, profondità di cattura, posizione del gancio, tempo di lotta in cattura, tempo di manipolazione A del metodo dell’acqua e della pesca.

Dal 2010 al 2013, i seguenti numeri di pesce sono stati taggati e pubblicati sul lago Superior meridionale: 2.300 trota catturate con trappole e rilasciate e 1.800 pesce trota e rilasciato. Nel centro-ovest del Lago Huron, 1.670 trota intrappolati nella rete e 930 catturati da pescatori sportivi sono stati identificati e rilasciati. I dati di ricatturamento dell’etichetta sono stati contabilizzati tra il 2010 e il 2016. I tassi di ritorno dei tag nei laghi superiori e Huron erano molto più bassi per i pesci contrassegnati come dalla pesca sportiva che per i pesci contrassegnati come catturati con grandi reti.

” La nostra analisi delle informazioni delle etichette raccolte ha indicato che la temperatura dell’acqua superficiale al momento del rilascio è stato il fattore principale che ha colpito i tassi di ritorno del pesce catturato e rilasciato dagli sport dei pescatori “, ha detto il sitar.

“In generale, è stato trovato che il più grande fattore di incidenza in questo fenomeno è stato l’aumento della temperatura dell’acqua superficiale al momento della liberazione.”

In Lago Superiore, i risultati dell’analisi dei dati hanno indicato che la mortalità del pesce rilasciata dai pescatori è stata del 43% quando la temperatura dell’acqua superficiale in liberazione ha superato 50 voti S fahrenheit e il 15% quando le temperature dell’acqua superficiale erano inferiori a 50 gradi.

Nel lago Huron, la mortalità della trota lacustre rilasciata dal pescatore era del 53% per la temperatura superficiale di meno di 50 gradi Fahrenheit e mediato il 61% sopra 50 gradi Fahrenheit, sebbene queste stime abbiano una maggiore incertezza a causa del più piccolo numero di pesci catturato e restituito su questo lago.

Sulla base di questi risultati, il DNR esaminerà i regolamenti in vigore nella gestione della pesca sportiva Attività in cerca di alternative che riducono la mortalità dal rilascio di trote nei Grandi Laghi. Le conclusioni di questo studio sono già state condivise con i pescatori per chiedere loro di valutare la temperatura dell’acqua superficiale al momento di considerare il rilascio della copia catturata.

La procedura “pesca e ritorno” è come la democrazia , imperfetto ma il più noto. Ottimizzandolo richiede meno, per continuare a controllare l’impatto della nostra azione negli specchi dell’acqua e ad attaccamento a determinate procedure che riducono l’impatto che la cattura e la successiva manipolazione generano al campione ottenuto.

Si consiglia di leggere questo articolo per procedere con idoneità e aiutare a preservare la fauna e, quindi, all’ambiente.

(*) I Great Lakes sono un gruppo di cinque laghi situati al confine tra Stati Uniti e Canada. Sono il più grande gruppo di laghi d’acqua dolce in tutto il mondo e anche considerati mari chiusi. Coprono un totale di 244 160 km², una superficie simile a quella del Regno Unito, irrigando un’area di 521 830 km² con profondità di diverse centinaia di metri e contiene il 21% delle acque dolci nel mondo.

Ti invitiamo a condividere questa nota

Errore

Tweet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *