José Callejón (Italiano)

inferiore categori

formato presso la scuola di sport calcio sportivo Costa Tropical fino a settembre 2002 passa insieme a suo fratello Juanmi Aljón alle categorie più basse del Real Madrid. In loro è ascendente fino a raggiungere la prima filiale del club.

Real Madrid Castilladitar

Ha debuttato come giocatore professionista al Real Madrid Castilla la stagione 2006/07, nella seconda divisione.

La seguente campagna, nella seconda divisione B, ha segnato 21 goal in 37 giochi, essendo il punteggio superiore del Gruppo II, un premio condiviso con l’attaccante celtico di Vigo B Gorran Marić, che ha segnato 21 goals nei 32 giochi giocati.

Real Sports Club Espanyoleditar

vicolo in spagnolo, durante l’inaugurazione dello stadio Cornellà-El Prat.

Il 18 giugno 2008 è stato trasferito da 1,2 milioni Di Euro al Royal Sports Club Espanyol de Barcelona, con il quale ha firmato un contratto per quattro stagioni. Fino ad allora aveva condiviso costumi con suo fratello Juanmi, che attualmente gioca al calcio di Marbella Club.

Ha fatto il suo debutto con il team “Perico” nella prima divisione il 20 settembre 2008, dopo aver lasciato Sostituire, in un pareggio a 1 a casa prima del Getafe.

Il 15 marzo 2009, lo spagnolo ha lottato enormemente in campionato e finalmente finito nella decima posizione. Callejón ha segnato il suo primo obiettivo per i catalani su un pareggio di 3-3 a casa contro Mallorca. Ha continuato a essere un titolare indiscutibile agli ordini di Mauricio Pochettino alle seguenti stagioni, in cui ha suonato principalmente come laterale e come interno destro.

Real Madridditar

per il 2011 La stagione / 12 è stata ricompensata dal Real Madrid con un contratto quinquennale, a partire dal 1 ° luglio, per una cifra di 5,5 milioni di euro. Nel primo gioco di preseason del Real Madrid, Callejón ha avuto un ruolo importante contro la Galassia di Los Angeles e ha segnato il suo primo obiettivo sulla prima squadra il 17 luglio 2011. Durante il preseason ha sottolineato i modi e sono riusciti a segnare 4 gol. Segnò il suo primo gol in La League con Madrid il 2 ottobre, prima del suo exequipment, spagnolo.

Segnato due gol in Champions League prima del Dinamo di Zagabria il 22 novembre, essendo i suoi primi obiettivi in Europa. Nel giorno successivo ha anche segnato un doppio contro Ajax Amsterdam.

Il 13 dicembre è stato il titolo della Coppa del re e ha segnato il primo obiettivo della partita contro Ponferradina. Il 20 dicembre, nel ritorno ha segnato un doppio.

Il 14 gennaio 2012 è stato forse il giorno in cui ha segnato il suo obiettivo più importante finora con la camicia “Merengue”, segnando il 1-2 che supponeva la vittoria contro Mallorca nel minuto 84.

Il 2 maggio, Callejón ha ottenuto il suo primo titolo con il Bianco Club: la Lega spagnola. Real Madrid ha proclamato campione allo stadio di San Mamés in assenza di 2 giorni, vincendo i “Lions” di 0-3. Il giocatore Motril ha contestato la partita come antipasto e nell’86 ° minuto è stato sostituito da Marcelo.

Stage in Italyeditar

vicolo nel napoli.

11 luglio 2013, il napoli italiano ha ufficialmente ha reso il suo trasferimento sul suo sito web, firmando l’Andalusian un contratto di quattro anni per un importo di 9 500 000 euro. Alley ha segnato il suo primo obiettivo con la T-shirt Napolitana il giorno 1 della stagione 2013/14, in una partita contro il Bologna.

Il 22 ottobre ha fatto la sua prima donna europea con il napoli Camicia, segnando il primo goal di Champions Party contro l’Olympique de Marsiglia. Ha contribuito alla vittoria del Napoli nella tazza italiana, specialmente grazie ai suoi obiettivi contro l’Atalanta (doppia) e nella semifinale contro Roma. La sua prima stagione a Napoli è stata conclusa con un totale di 47 presenze e 20 tanti (15 in campionato, 3 nella tazza e 2 in campioni).

La sua seconda stagione è iniziata con 7 gol nel primo otto date del campionato. Il 22 dicembre ha vinto il SuperCup dell’Italia contro la Juventus di Torino. Alla fine della stagione ha totalizzato 59 presenze e 12 goal (11 in serie A e 1 nella lega europea contro il Wolfsburg tedesco).

Nella sua terza stagione napoletana ha segnato i suoi primi obiettivi il 17 settembre, grazie al doppio fatto davanti al club Bruges in Europa League (finito da 5 a 0 per gli italiani). Il 31 gennaio ha fatto il primo doppio della stagione in Lega contro Empoli (da 5 a 1). Ha terminato la stagione con 47 presenze e 13 gol (7 in Lega, 3 nella Coppa e 5 nella Lega europea).

Il 29 ottobre 2017, grazie ad un obiettivo contro Sassuolo, è diventato la migliore artiglieria spagnola della serie all’italiano, con 52 gol.

Il 20 ottobre 2018, in occasione di una partita contro Udinese, per la prima volta ha suonato i 90 minuti con il braccialetto del capitano. Il 20 gennaio 2019, un obiettivo è stato registrato nella partita locale contro La Lazio, vissuta con un risultato finale da 2 a 1 a favore di Napolitani. Il 28 aprile, prima del Frosinone, ha raggiunto 300 giochi giocati con Azzurra T-Shirt. Durante quella stagione ha segnato 4 gol e 10 assist.

Il 17 giugno 2020 ha vinto il suo terzo titolo con il Napoli, la tazza italiana, guadagnando la finale contro la Juventus di Torino.

Dopo aver completato il suo contratto con il SSC Napoli alla fine della stagione 2019-20, il 5 ottobre 2020 firmato dall’ACF Fiorentina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *