Lewis Hine (Italiano)

ha iniziato a studiare sociologia presso l’Università di Chicago nel 1902, una carriera che ha continuato alle università di Columbia e New York. A New York, lavoro come insegnante alla scuola di cultura etica. Durante questi anni, i periferici valorizzano la fotocamera come strumento per la ricerca, come strumento per comunicare le sue scoperte ai ricercatori e all’insegnamento ai bambini della sua scuola.

Nel 1908, Hine mantiene le sue opinioni sulla fotografia Ma aggiunge che la principale missione della fotografia è arte, i fattori estetici della fotografia, gli altri obiettivi erano secondari. Quando si eseguono fotografie (ha svolto a fini sociologici) è stato visto prima come una figura artistica come scienziato.

Molto preoccupato per il benessere del meno favorito, ha registrato l’arrivo degli immigrati all’isola di Ellis, il suo Insediamenti nelle case malsane, il suo lavoro nelle fabbriche e nei negozi e nei suoi figli che giocano nei cubetti della spazzatura. Hine capì la soggettività delle sue fotografie ma credeva anche che avessero avuto un enorme potere delle critiche, venendo a descrivere le sue fotografie come “fotointerpreterazioni”.

anche evidenziato qualità positive come gli assist della croce rossa in Central European. / P>

Nel 1932 ha pubblicato i suoi uomini alla collezione di lavoro, documento fotografico sulla costruzione dello stato dell’impero.

Il suo lavoro è stato donato al Museo Internazionale della fotografia George Eastman House, a Rochester.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *