Malabsorbimento lattosio non è la stessa dell’intolleranza

Angel M. Gregoris.- Negli ultimi tempi Sono molte persone che si auto-ammisero l’intolleranza al lattosio e smettere di consumare qualsiasi prodotto che lo prende, commettendo un grave errore. Questo è stato evidente durante un giorno organizzato dalla Federazione spagnola delle società nutrizionali, del cibo e della dietetica (Fesenad) in occasione del Giorno Nazionale Nutrizione, che quest’anno è stato tenuto sotto lo slogan “Dairy. Essere chiaro”.

“Latticini sono la fonte più importante di componenti naturali bioattivi e i loro effetti benefici sono il risultato dell’interazione di tutti i nutrienti, oltre la somma dei loro effetti individuali”, afferma Marilourdes De Torres, Supervisore del Nurtrix e unità dietetica del Servet dell’Ospedale dell’Università Miguel (Zaragozza). Per lei, questa decisione è un ritardo perché “la riduzione del consumo di prodotti lattiero-caseari nella nostra dieta quotidiana rende difficile raggiungere le quantità raccomandate di calcio”. Durante il suo intervento vocale, di Torres scommessa perché è “l’infermiera che forma La popolazione in quali sono i benefici del latte e del caseificio, che sono lontani dall’anti- “.

Tra i punti più eccezionali ha rivelato la differenza tra la maledizione / malassorbimento di lattosio e intolleranza. In questo senso, l’infermiera spiega che il corretto assorbimento del lattosio negli esseri umani richiede la presenza di un enzima chiamato lattasi. Il problema arriva quando c’è una quantità scarsa o null di lattasi e la lattosio non può essere adeguatamente assimilata e si verifica il disagio intestinale. Questa situazione non supporta che quella persona soffre di intolleranza, poiché il malabsorbimento è una conseguenza di digestione e intolleranza insufficiente, d’altra parte, l’aspetto dei sintomi dovuti al malabsorbimento.

“Dopo la vera diagnosi, sarà l’infermiera che educerà quel paziente su come dovrebbe somministrare latte e yogurt, ma non permetterà mai che l’individuo di smaltire lattiero-caseario, perché meno assunzione, più velocemente nella scomparsa dell’azione del Molto o poco lattasi che genera, come indicato dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare “, enfatizza Torres.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *