Traduzione – il soldato e il tenente

traduzione – il soldato e il tenente

Condividi:
Condividi su:

Traduzione di: Patrick Moseley

: Perché dovresti ascoltare Radio Ambulante?

Per le storie che ti portino ogni settimana. Per le voci presenti, voci che non sentirai da nessun’altra parte. Amiamo portarti queste storie. L’America Latina è una regione complicata e meravigliosa. Diciamo a queste storie di aiutarti a capirlo meglio.

Quindi, molti di voi ci hanno chiesto come puoi supportare Radio Ambulante. Ci sono molti modi. Puoi consigliarci ad un amico o lasciare una recensione su iTunes. Se vai in un sito web -RADIOAMBALANTE.ORG-, puoi fare una donazione che produce questo tipo di contenuto è molto costoso: dal pagamento di editori e produttori, a noleggiare studi e attrezzature per l’acquisto. L’aiuto che riceviamo, per quanto piccolo potrebbe essere, significa molto.

E per i nostri ascoltatori negli Stati Uniti, per favore: considerare la donazione alla tua stazione radio privata locale. Puoi donare andando a: donati.npr.org/RADIOABBULANTE. Donazione è scritta: Dona: D-O-N-A-T-E. Ancora una volta è donatore.npr.org/radio Ambulante.

Grazie mille. E da tutti noi a Radio Ambulante, Buone vacanze.

Benvenuti a Radio Ambulante, da NPR. Sono Daniel Alarcón. E oggi stiamo visitando i nostri archivi per ascoltare una storia dall’Argentina. La storia di un soldato, un tenente e un’amicizia improbabile.

Iniziamo con il nostro giornalista:

: Sono Gisela Ederle. Un giornalista da Buenos Aires.

: OK, Gisela, sei pronto?

: Sì.

(Documentary Archive Soundbite)

: La giunta militare, come l’autorità suprema dello Stato, annuncia al popolo Argentina che la Repubblica ha recuperato le Malvina, la Georgia del Sud e le Isole Sandwich South in nome del nostro Patrimonio Nazionale.

: Ora, da dove viene questo audio?

: Questo audio è stato registrato il 2 aprile 1982, quando la giunta militare argentina annuncia ciò che hanno chiamato “la ripresa” delle isole Malvinas.

E per coloro che non sanno, le Malvinas sono un insieme di oltre 200 isole remote e isolotti che sono molto lontani del nostro paese. La città argentina più vicina è in Patagonia e dista circa 700 chilometri. Ed è importante sapere che queste isole sono state occupate dagli inglesi dal 1833.

: E chi vive lì?

: Cittadini britannici.

: Così ” un gruppo di isole remote, piene di persone britanniche. Dillo Me perchè questo colpisce un tale … Non conosco … Cavo profondo con le persone argentine?

: È perché siamo allevati credendo che le Malvina appartengano all’Argentina da una vera età. Cantiamo anche la marcia delle Malvine ogni 2 aprile.

(“la marcia dei malvinas” Soundbite)

: L’argentino / malvinas / il vento chiama, il mare si rompe …

: Abbiamo sempre sentito che sono stati usurmpezzati da una forza colonizzante, i pirati inglesi inglesi.

Ecco perché quando le persone argentine sentono le notizie sulla ripresa delle isole, era qualcosa di meraviglioso e sorprendente – anche per i membri delle forze armate .

: Quel giorno, quando mi alzo al mattino, vedo un simile confusione nella caffetteria dell’ufficiale, la gente che mangia la colazione, ed è stato perché avevano recuperato le Malvine.

: Questo è Jorge Luis Reyes, e nel 1982 era un tenente nell’aeronautica dell’Aerbanzia argentina. Stava vivendo sulla base militare a Mar del Plata, e quel giorno era in quello che chiamano il casinò, il significato, la caffetteria. Aveva 25 anni e aveva una ragazza che stava pensando di sposare. Aveva anche una carriera promettente nelle forze armate.

E sta descrivendo il momento in cui ha sentito l’annuncio che abbiamo sentito all’inizio …

(documenta RY Archive Soundbite)

: La Repubblica ha recuperato le Isole Falkland …

: che ha dichiarato il recupero delle isole come se fosse il fatto. A quel tempo pensavano che inviare soldati e volare una bandiera argentina avrebbe salutato il problema.

Quindi tre giorni dopo, Reyes e centinaia di soldati come lui …

Abbiamo preso un cinque Ore Volo diretto da Mar del Plata all’Aeroporto di Malvinas.

: E quando sono atterrati …

: Non potevamo crederci.

: Daniel, è il tipo di sentimento nazionale verso le Malvina che ti stavo parlando.

: Essere nelle Malvinas era un sogno per noi; Si è svegliata in noi una sensazione di patriottismo, orgoglio e soddisfazione personale.

: E ricorda che nessuno pensava che questa sarebbe stata una vera guerra.

: Non ne avessimo davvero idea … che potremmo vedere il combattimento.

: Era tutto molto confuso.

: Perché fino a quel momento persone hanno parlato di come avremmo una presenza lì.

: E quella settimana dopo …

: il conflitto sarebbe stato risolto diplomaticamente. Che non si intensificherebbe a qualcos’altro.

: Ma la retorica della giunta era diversa.

(Documentary Archive Soundbite)

: Queste persone che sto cercando di rappresentare come presidente della nazione …

: Questo è Leopoldo Fortunato Galtieri, il de Facto Presidente dell’Argentina, un dittatore. E in quel momento stava dando un discorso presso la Plaza de Mayo, nel centro di Buenos Aires, di fronte a migliaia di persone.

(Documentary Archive Soundbite)

: Ma io sono Preparati anche a punire chiunque osa toccare un metro quadrato di terreno argentino.

: E, Daniel, devi capire il contesto di tutto questo. Una dittatura di sei anni era a diffondente. E speravano che questa guerra potesse tenerli andare. Ma allo stesso tempo, le persone argentine sentono che il recupero della sovranità sopra le isole è stato giustificato. Quindi le persone supportano il recupero.

(Documentary Archive Soundbite)

: Primo Ministro!

E tutto il tempo, le persone della Gran Bretagna volevano Riaffermare la loro sovranità sopra le isole.

(archivio documentario Soundbite)

: Mr. Speaker, SIR …

: Questo è Margaret Thatcher. Il primo ministro della Gran Bretagna.

: Certo, un duro, Thatcher. La signora di ferro.

(archivio documentario Soundbite)

: condannare totalmente questa aggressione non provocata dal governo dell’Argentina contro il territorio britannico.

: Margaret Thatcher sta dicendo che i Falklands siano a Territorio britannico e che ciò che l’Argentina ha fatto era un attacco ingiustificato.

(Documentary Archive Soundbite)

: È l’obiettivo del governo vedere che le isole sono libere dall’occupazione ….

: hanno intenzione di rimuovere i militari argentina dalle isole.

(archivio documentario Soundbite)

: il primo momento possibile.

: immediatamente.

e Galtieri hanno risposto.

(Documentary Archive Soundbite)

: Se vogliono venire, lascia che vengano! Li mostreremo una battaglia.

: wow. Quindi, sono andati in guerra?

: Sì. Galtieri ha provocato l’esercito britannico. Ha detto a Thatcher e il suo esercito a venire.

E Bene, sono venuti.

Ed è stato all’altezza del gruppo di Reyes di difendere l’aeroporto.

: il conflitto con il militare britannico è iniziato il 1 ° maggio con un aereo bombardiere in arrivo dall’isola dell’Ascensione.

: Allora quel giorno …

: Quando gli inglesi Attaccato per la prima volta, le mie ginocchia stavano tremando. Non posso negare che avevo paura.

: No, beh, Reyes era così giovane. Cosa, 25, giusto? Era stato in guerra prima.

: No, non era mai stato in una guerra. Era stato in un campo esercizio durante il suo allenamento come luogotenente dell’Aeronautica, si era mai stato in una vera battaglia.

Dal primo giorno in poi, il bombardamento era costante. Le forze britanniche hanno capito subito che se hanno vinto l’aeroporto, hanno vinto la guerra. Quindi hanno inviato il piano dopo aereo.

: La loro singola e cruciale missione stava distruggendo la pista.

: E hanno dato tutto ciò che avevano. Onestamente, li hanno assalita con gli spari.

: missioni, missione dopo la missione, cercando di neutralizzare l’aeroporto.

: E cosa stava facendo reyes durante tutto questo? Qual è stato il suo ruolo?

: il lavoro di Reyes è stato abbattere gli aerei britannici. E ha usato una batteria anti-aereo, che è un cannone che ha sparato agli aerei britannici.

: Ei nostri cannoni pesavano sei e mezzo di tonnellate.

: Quindi non siamo ” T parla di un piccolo cannone.

: non affatto. Erano molto, molto pesanti. Immagina come deve essere stato quando la testa dello squadrone ha deciso di cambiare la loro posizione, ha iniziato 15 giorni dopo che gli Airstrikes sono iniziati.

Era quasi impossibile perché i cannoni erano così pesanti. Ma anche perché …

: il terreno era molto fangoso e morbido. Quindi, se sei nappato dai percorsi impostati …

: la batteria …

: rimetterebbe bloccato.

Sarebbe catturato nel fango.

: E dovremmo entrare nel fango e cercare di uscire i cannoni.

: tutto ciò per spostare i cannoni?

: Certo, Perché …

: Se hai impiegato troppo a lungo …

: sei affondato più in profondità e più profondo.

: Era davvero pesante e in piedi sotto la pioggia e tutto questo , ottenere i cannoni era un disastro.

: e davvero freddo, giusto?

: La verità è che non sono mai stato alle Malvine, ma sì. Reyes mi ha detto che aveva davvero male.

: il vento è intenso. Ad esempio, avremmo impostato le tende e vorremmo volare via.

: E c’erano tutti i tipi di precipitazioni.

: C’era neve che scendeva in fiocchi, nebbia, nebbia , pioggia pesante, pioggia leggera, neve pesante, neve leggera.

: Reyes e la sua intera batteria doveva cambiare posizione in queste condizioni. Così hanno spostato il cannone, l’artiglieria, le munizioni, le tende e il cibo. Hanno spostato tutto. E spostando solo un chilometro li ha portati tre giorni.

: wow.

: Finalmente arrivano in un posto dove c’è una trincea davvero scadente, a circa quindici piedi di distanza. Era un buco nel terreno. Sono un gruppo di diversi uomini con un cannone nel bel mezzo del nulla. Durante uno sciopero britannico. Sembrava la fine del mondo.

E Bene, all’interno della trincea …

: Sembrava tutto bagnato, ma la metà era bruciata, come qualcuno aveva acceso un fuoco dentro. Fino a un certo punto vediamo un piede che iniziamo a uscire di lì, poi una gamba, poi un corpo. Un soldato è uscito. C’era un soldato: Rena

: Víctor Daniel Rena.

: cosa! Dove? Vuoi dire, un ragazzo esce da questo buco?

: Sì, esattamente. Non solo uno, ma sono usciti due soldati. Era Rena e un altro soldato, Juan Palacios. Erano entrambi nel 25 ° reggimento. Il 25 ° Bravos. Entrambi erano a malapena 18. Entrambi stavano finendo il loro servizio militare obbligatorio e la loro missione in quella trincea era di difendere l’aeroporto contro un attacco per terra.

: Due giovani soldati avrebbero dovuto difendere l’aeroporto contro gli inglesi ?

: esattamente. Quello era parte di quello che è successo a Malvinas: improvvisazione. Un governo militare che porta un sacco di soldati in una guerra che non erano nemmeno preparati per.

: così sul lato della trincea stavamo creando …

Tutto L’attrezzatura artiglieria.

: cannoni, radar …

: E Rena e Palacios sono stati davvero sorpresi di avere tutti quei armamenti importanti lì.

: così loro è venuto a parlare con noi. Lui e l’altro ragazzo, Juan Palacios, uscì.

: Entrambi i soldati provengono da una città chiamata Río Cuarto nella provincia di Córdoba. Reyes e gli uomini sotto il suo comando stavano usando una pala meccanica per scavare una trincea per l’artiglieria. Ma quando Reyes vede che la fossa scadente rina e Palacios stavano entrando, si sente male per loro e dà l’ordine di costruirli anche una nuova trincea.

: così ora avevano un riparo adeguato. Erano accanto a noi.

: E devi capire, Daniel, questo non è un normale gesto.

: In che modo?

: Là Non erano … non ci sono forti legami tra luogotenenti e privati. Quel tipo di gesto era molto raro. E oltre ad essere molto lontano in grado, erano anche in diversi rami.

Ma nessuno di quello importava per reyes. E Reyes ‘Gesto – Qualcosa è così semplice, giusto? – diventerebbe molto importante per Rena, e segnerebbe l’inizio di un’amicizia.

: In serata o in un momento tranquillo, mi è piaciuto avvicinare Ai soldati.

: E hanno parlato per ore.

: L’ho fatto con le persone nella mia batteria e l’ho fatto con loro anche con loro. Abbiamo parlato delle loro famiglie, cosa hanno fatto, cosa speravano, cosa stavano studiando, e cosa volevano fare dopo che sono usciti.

: E, beh, è così che ha iniziato a raggiungere Conoscere Rena e diventare amici con lui.

: hanno esteso un invito. Hanno detto: “Vieni a Río Cuarto e dirò a mia sorella di cucinare, è davvero un buon cuoco.”

: E a loro piace parlare di ciò che hanno fatto nella loro città a Córdoba.

: “OK, sì, andremo a Río Cuarto.”

: stanno già pensando a quello che stanno per fare dopo la guerra.

: se sopravvivono.

Esattamente. È proprio come si sentiva Reyes.

: Davvero, probabilmente non c’è nessun altro posto dove … dove eravamo più simili, giusto? E dove siamo diventati più vicini l’uno all’altro che proprio lì, lo sai?

: Quando Reyes dice “più vicino” quello che sta davvero dicendo è che non erano solo sotto le stesse condizioni, ma anche loro erano Di fronte a Guerra insieme e …

: A giudicare da come la battaglia stava progredendo, sapevo o pensavo di non averlo intenzione di scaricarlo vivo.

Nei due mesi trascorsi insieme divennero veri amici. La differenza di grado tra loro è scomparsa. Reyes ha condiviso il suo cibo con Rena perché il cibo dell’esercito era famoso per quanto fosse cattivo.

: uno stufato innaffiato che era in qualche modo nutriente al meglio.

: Mentre gli ufficiali, come Reyes, hanno un pasto che era un po ‘più rispettabile.

: ravioli con pollo, riso e stufato. E c’erano piatti diversi. Quindi non abbiamo sempre mangiato la stessa cosa.

: E, naturalmente, quel tipo di generosità non è normale in questo contesto.

: No, non è affatto normale . Reyes ha fatto cose come offrire loro vestiti secchi. Immagina cosa sarebbe B E come per due soldati che vivono in una trincea umida, quasi congelando, per avere vestiti secchi. Erano andati due mesi senza cambiare i loro vestiti. Ciò significava molto. E poi Reyes gli ha anche insegnato come sparare.

: tenere premuto. Che cosa? Non sapeva come sparare?

: Sì. Guarda. Quello che è successo è che molti soldati, come Rena, avevano un piccolo allenamento militare. E bene, quando Reyes ha scoperto che dovevano difendere l’aeroporto per terra, ha testato lo scopo di Rena. Afferrò due barili di carburante da 200 litri e li mettono una certa distanza per testarlo.

: Dico: “Beh, vai avanti. Carica il fucile”. Carica il fucile … perfetto. “Buono . Sparare!” Sarebbe girando ma non poteva nemmeno colpirlo per caso. E ho pensato a me stesso: “Questo fornirà copertura a terra, ma … non sa come sparare!”

: Ed è migliorato? Ha imparato?

: Sì.Reyes mi ha detto che dopo un mese tutti lo consideravano un grande soldato e aveva già imparato a sparare. Nel giugno 1982, due mesi dopo l’arrivo, i British Airstrikes sulla posizione dell’Aeroporto in Aeroporto hanno ottenuto sempre più intenso.

E durante uno dei British Airstrikes, uno dei missili atterra vicino alla trincea di Rena e tutto cattura il fuoco. Il suo casco, la sua arma – tutto ciò che aveva nel trench: cattura il fuoco.

: Ma Rena lo rende ok?

: Sì, sì, lo fa. Ma questo accade nel peggior momento possibile perché è quando gli ordinano di andare a difendere le linee anteriori della battaglia per terra; Il che significa andare dall’aeroporto alla costa perché gli inglesi stavano già arrivando sulla terra.

: E Rena non ha nemmeno un fucile da combattere. È stato bruciato nel fuoco.

: Sì, e solo allora Reyes lo aiuta di nuovo. Gli diede un fucile e un casco. Anche se, bene, Rena non voleva accettarlo.

: E lui dice: “Ma dice Air Force tutto su di esso”. “Cosa ti importa se dice Air Force fino a quando Funziona lo stesso! “

: Beh, quindi almeno potrebbe andare in battaglia, giusto?

: è quello che ha fatto. Ma prima di dire addio a Reyes, Rena si sentiva come se lo dovesse qualcosa e lui aveva un dono per lui.

: dice “Guarda, ti sto dando la mia santa carta della Vergine di Luján”.

: la vergine di cosa?

: la vergine di Luján, il santo patrono delle persone argentine. E Reyes non voleva accettarlo.

: Dico: “Guarda, no, prendilo con te perché ne avrai bisogno più di me”. E dice: “No, ne ho due!”

: Reyes ha chiesto a Rena di scrivere il suo nome e il nome della sua città, Río Cuarto, sul retro della carta. Reyes ha mantenuto la carta in a Notebook che aveva in tasca e ha detto:

: “Prometto che quando tutto questo è finito, vado a Córdoba e mangeremo un incredibile Asado.”

: E Rena ovviamente ha detto Sì …

: “Vieni, aspetterò”. Ci siamo abbracciati e se ne andiamo.

E la Reyes continuò la sua missione, che era Gestire l’artiglieria e cercare di fare ciò che poteva: difendere l’aeroporto e sparare giù

aerei britannici. E ha sparato e sparato e ha sparato. E questo è ciò che la battaglia finale consisteva in -shooting fino a quando un lato correva Fuori da munizioni.

: E? Ed è così che la guerra termina?

Esattamente. Gli inglesi hanno dato l’ordine di cessare il fuoco ed ha concluso efficacemente la guerra. Perché se gli inglesi continuarono Sparando e avanzando come lo erano, sarebbe stato un massacro.

: In altre parole, la resistenza argentina LLasso.

: Sì, hanno finito le munizioni. E gli inglesi hanno portato nove mila soldati argentini come prigionieri nell’aeroporto. Uno di quei prigionieri era Reyes.

: Onestamente, l’immagine dell’aeroporto con tutti i prigionieri era come qualcosa da Dante.

: persone che vagano in giro come zombi. Alcuni stavano cercando cibo, altri stavano cercando un rifugio. Hanno distrutto le loro armi in modo che gli inglesi non potessero usarli. E bene, in quel contesto Reyes inizia a cercare Rena e pensa che lo avrebbe trovato vicino alla posizione che tenevano nella batteria durante la guerra.

: E quando vado in posizione, vedo Palacios che era seduto su una roccia con la testa tra le mani e in cattive forma, mentalmente.

: Palacios è il soldato Chi viveva nella trincea con Rena, giusto?

: Sì, sì, lo è. E Reyes chiede se lo avesse visto:

: dice: “Non cercarlo più. Un guscio di mortaio lo divisò a metà. È morto.”

: e Reyes era … devastato.

: Sì. Reyes mi dice che la prima cosa che ha fatto quando scoperto fu take fuori la carta santa che Rena gli aveva dato.

E io Ha scritto: “Ucciso in Combat: 14 giugno 1982”.

: Quando la guerra è stata sopra Reyes ricostruita la sua vita a Buenos Aires. Ha sposato la sua ragazza María Elena, e aveva cinque figli. Ma la guerra era sempre lì. Ogni anno …

: Ho pensato a lui ogni 14 giugno.

: Pensò a Rena molto.

: Perché mi ero preso a conoscerlo e A causa di ciò che avevamo sviluppato.

: quella data ha segnato il giorno in cui la guerra è terminata, e Reyes ha frequentato la massa in onore dei caduti.

: per le 658 vittime, in particolare Víctor.

: per Víctor Rena. Reyes non ha mai dimenticato la guerra.

: Torneremo dopo la pausa.

: Questo messaggio proviene dallo sportello dello sponsor di NPR. Se sei pronto per iniziare la tua nuova attività, ottieni il tuo dominio unico e creare un bellissimo sito web con Guida di Squarespace il 24 ore su 24, 7 giorni su 24, il supporto clienti. Testa a Squarespace.com Slash Radio per una prova gratuita e quando sei pronto per il lancio, usa la radio del codice di offerta per risparmiare il 10% di sconto sul primo acquisto di un sito Web o un dominio. Pensaci. Sognarlo. Fallo. Con Squarespace

: Che cosa ci vuole per iniziare qualcosa da niente? E cosa ci vuole per costruirlo effettivamente?Ogni settimana su come ho costruito questo, dietro le quinte con fondatori di alcune delle aziende più stimolanti del mondo.

: Siamo tornati con Radio Ambulante. Sono Daniel Alarcón. Gisela e io parliamo diverse volte durante una settimana -She era a Buenos Aires e io ero qui a New York: sulla storia di Jorge Luis e Víctor. Ma ho sentito che avevo bisogno di capire meglio il contesto. Quindi ho chiamato un amico.

: Sono Gabriel Pasquini. Sono un giornalista argentino e scrittore.

: E gli ho chiesto cosa è successo dopo la guerra. Gabriel lo ricorda bene. Aveva 16 anni quando Galtieri ha annunciato il supposto recupero di Malvinas. E Gabriel mi ha detto che i media …

: ci ha convinto giorno dopo giorno che stavamo vincendo. In altre parole, noi, noi, le persone argentine, stavano vincendo la guerra fino al giorno in cui avevano detto che ci eravamo arresi.

: che ha fatto solo quella perdita più umiliante.

: una volta La guerra era finita, le persone non volevano più pensarci, e hanno dimenticato la guerra e le persone che hanno combattuto in esso.

: La vergogna del fallimento sul campo di battaglia è stata aggiunta all’elenco di reati attribuiti alla giunta militare. Una giunta che non è durata molto più a lungo, a proposito.

: E all’improvviso, quando abbiamo perso, ci siamo dichiarati vittime, eravamo ingannati, e gli unici a incolpare erano i militari Funzionari.

: Un anno e mezzo dopo il cessate il fuoco, la democrazia aveva sostituito la giunta militare. Ma molto tempo dopo la dittatura, le persone che combattevano in Malvinas caddero nell’oblio.

: ed è stato molto tempo prima che il governo civile abbia iniziato a dare loro pensioni, sostenerli, aiutarli e parlare del problema .

: perché non hanno appena dimenticato i soldati, no. Le persone argentine hanno anche dimenticato che una grande maggioranza di loro aveva sostenuto la guerra, che la retorica nazionalista aveva sedotto il paese.

: E a sua volta, l’immagine che costruivano dal soldato in Malvinas era un giovane che era stato portato in guerra con la forza, e che era stato davvero vittima dei militari argentina, i loro superiori, la loro improvvisazione, la loro crudeltà e la loro corruzione, piuttosto che gli inglesi.

: Sì, esattamente. Questa è l’immagine che le persone hanno dei soldati. E sono anche visti come vittime del terrorismo di stato perché avevamo trascorso sei anni sotto una dittatura. E questa era anche la causa della vergogna nazionale e dell’umiliazione. Nel caso di Reyes, ad esempio, ha deciso di non parlare di Malvinas per lungo tempo.

: Per i primi 18 anni dopo la guerra che praticamente non ne ha parlato affatto, nemmeno A casa, nemmeno con i miei figli.

: Era solo dopo 18 anni che reyes …

: Non solo ho parlato con la mia famiglia e gli amici, ho persino scritto un libro.

: un libro?

: Sì, ha scritto un libro che finì per essere un diario della guerra. Si sedette per scrivere ed era una specie di terapia. Tutti i sentimenti che aveva tenuto per quanto a lungo è uscito da lui in una volta.

: Mi resi conto che avevo registrato inconsciamente tutto, che nessun dettaglio era sfuggito da me e che ricordavo una grande quantità di cose. Quindi era come un … come un esercizio di recupero.

: Lo hai registrato a leggere?

:

:

:

: Sì.

: Fammi vedere …

: Quando l’ho registrato leggendo, ho visto qualcuno che non poteva smettere di ricordare le cose. E la parte che descrive la morte di Rena è uno dei momenti più importanti del libro.

: Il passaggio di questo giovane ha pesato molto. Come ha fatto il passaggio degli altri. Povero Víctor! Senza dubbio non era una lotta nemmeno, ma non aveva paura. Era lì, di fronte alla difesa del paese. Spero che i nostri compagni patrioti sanno di valutare l’atteggiamento di tutti questi uomini che nonostante tutte le limitazioni combattute con valore che superavano la propria forza.

: cosa è successo con questo manoscritto? Voglio dire, è pubblicato? È finito in bookstores? Cosa fa con quel testo?

: Reyes non è mai riuscito a pubblicare il manoscritto. Lo ha scritto e lo ha lasciato in un ufficio dell’Air Force che è incaricato di fornire supporto ai veterani di Malvinas.

: Non ho sentito nulla dopo quello. L’ho lasciato lì e ho continuato con la mia vita. Non sono mai tornato a quello.

: E davvero, se fosse stato all’altezza di Reyes, quella storia sarebbe rimasta lì, dimenticata in quell’ufficio dell’Aeronautica. Ma qualcosa di curioso è successo.

Qualcuno in ufficio ha letto quel manoscritto e apparentemente trascritto la parte che ha affrontato la morte di Rena.

e quella storia ha iniziato a circolare sui social media. Lo stesso Reyes non sapeva nemmeno che questo era successo. Fino al 2011 la storia dell’amicizia tra Reyes e Rena apparve su una pagina web chiamata “Nunca Olvidemos a Nuestros Héroes”.

: Stavamo cercando di condividere, non lo so, storie sugli agenti di polizia , I vigili del fuoco, molto su Malvinas, sulla nostra storia.

: Questo è Germán Stoessel, uno degli amministratori del sito. E non ricorda davvero come ha trovato la scrittura di Reyes.Pensa che ad un certo punto qualcuno lo ha condiviso con lui su Facebook e ha deciso di metterlo sul sito.

Ma la cosa importante qui ha a che fare con l’errore Germán trovato nella storia.

: In quella storia dice che Víctor Daniel Rena è un membro del 25 ° reggimento di fanteria.

: Le persone che leggono molto sulle Malvinas sanno che quel reggimento aveva solo …

: 12 soldati caduti.

: Ma quelle 12 vittime si sono verificate durante il mese di maggio.

: Ma Rena è morto a giugno.

Esattamente! 14 giugno. Questo è l’errore. È impossibile che Rena è morto sulla giornata Reyes ha detto.

: Quindi, Reyes ha ottenuto la data sbagliata?

: Germán non è ancora sicuro, ma ha iniziato a guardarlo. Quindi, per primo, guarda una lista di soldati caduti che il Ministero della Difesa continua.

: E No, non appare sulla lista.

: Il che significa che Rena potrebbe essere ancora vivo?

: Bene, prima di tutto , Era chiaro almeno che la Rena non era morta in guerra. Ma Germán non sapeva ancora se è morto in seguito. Ricorda che questo sta accadendo 29 anni dopo la guerra.

: E cosa poteva fare per confermare se Rena era morto o vivo?

: Germán ha fatto il modo vecchio stile: lui Ho cercato il nome Rena nella rubrica.

: e?

: E ha trovato un Víctor Rena che vive a Córdoba. E lo chiamò.

: Ciao, il mio nome è Víctor Daniel Rena.

: E sì, è stato lui.

: Quindi, onestamente, a Chill ha scattato la mia spina dorsale. Sono diventato nervoso perché non avevo più dubbi su questo. Era vivo.

: Poi Germán spiega perché sta chiamando.

: Dal momento che avevano pensato di essere morto, non sapevo nemmeno di essere morto …

: è fantastico!

: che Córdoba Accent è fantastico, non credi? Quindi, ovviamente, il prossimo passo sta mettendo questi due amici di lunga durata in contatto.

: Certo, sicuramente. Ma quando lo guardò nella rubrica …

: Ho trovato 500 mila reyes.

: Ma continuava a guardare. Ha goograto l’unità anti-aereo di Reyes e ha trovato un altro elenco di veterani. Ed è così che ha ottenuto il suo numero. Lo chiamò e gli ha dato il numero di Rena.

: E lo chiamò subito, immagino.

: Sì, ma Reyes non era solo. La prima volta che chiama Rena la sua intera famiglia è con lui -his moglie e i suoi cinque figli.

: Erano tutti al mio fianco e questo era come siamo entrati in contatto.

: Quando chiama, dice “Víctor?” “Sì”, e si è rotto, si è rotto e beh, poi l’ho fatto anche io, e bene, è stato molto emotivo. E bene, penso che abbiamo gettato migliaia e migliaia di lacrime. Ed è stata un’enorme sorpresa perché attraverso tutto ciò che c’è questa storia che va indietro e …

: Ma come è che Rena sopravvive alla fine? Perché l’altro soldato … il suo nome era Palacios, giusto? Come è che Palacios pensasse di essere morto?

: questa è una grande domanda, ed è la domanda principale che hanno entrambi. Una volta che hanno superato l’eccitazione di averlo trovato di nuovo dopo 29 anni, hanno iniziato a cercare di pezzi insieme quello che è accaduto il 14 giugno 1982.

: Quella notte quando dico addio che abbracciamo. Era una notte buia. Ed era quasi mattina quando ci siamo diretti verso la collina di Dos Hermanas …

: Rena dice che la notte era già caduta quando lui e Reyes ha detto addio e che Rena doveva andare in prima linea.

: Mentre sta avanzando di essere separato dagli altri soldati con lui all’aeroporto a causa di tutta l’azione in combattimento.

: Era la battaglia finale. Era il caos totale. Era di notte con le bombe che cadono dappertutto. Potresti vedere a malapena qualcosa nel Crossfire. Rena ha trovato quattro soldati da Buenos Aires che non conosceva – e l’unico con un fucile era Rena.

: Ma perché quattro soldati disarmati si dirigono verso le frontline?

: Stavano facendo il loro dovere.

: Senza fucili? Ma cosa faranno lì?

: Immagino che avrebbero fatto tutto il possibile.

: Die?

: Die. Esattamente. In tutti gli spari e gli attentati, c’è un’esplosione e i cinque di loro vengono gettati attraverso l’aria. Quindi Rena è distesa a terra, sanguinando al buio. Tutti stavano avanzando per la parte anteriore, quindi altri gruppi stavano spingendo avanti a pochi metri di distanza. Palacios, l’altro soldato della trincea, era tra loro. Ma si stavano andando avanti lentamente, come meglio potevano. E quando Palacios vede che i quattro soldati di Buenos Aires sono caduti in battaglia …

: Davvero, quando mi hanno visto cadere, pensavano di essere morto.

: Come è sopravvissuto ?

: Prima di tutto, è stato tutto grazie a Reyes. Reyes gli aveva prestato quel fucile e quel casco. E come ti stavo dicendo, un pezzo di shrapnel lo colpì nella fronte.

: E il casco proteggeva la testa.

: Un altro pezzo della bomba ha colpito il fucile, che bloccato e così facendo tagliare un lato intero del suo corpo.

: E in un certo senso, il fucile che mi ha rotto mi ha aiutato molto.

: Quindi è gravemente ferito .E il giorno successivo, il 14 giugno, dopo che il cessate il fuoco era già in vigore, le truppe britanniche lo hanno salvato.

: E perché non ha nuovamente visto Rena. Non erano entrambi prigionieri?

: finiscono per inviare rena a un ospedale di campo militare e lo rimandano verso la terraferma dopo Reyes, quindi non attraversano mai sentieri.

E Bene, dopo che la prima chiamata, Rena e Reyes hanno accettato di vedersi finalmente a persona il 20 giugno 2011.

Sarebbe a Río Cuarto, e tutta la città di Río Cuarto, che è un piccolo la città, era inquietante. Tutti i vicini di Rena sapevano che avrebbe avuto questa riunione dopo 29 anni. E per la famiglia di Reyes …

: La storia era così potente e importante per noi che tutti i miei figli mettono tutto ciò che dovevano fare in attesa in modo da poter stare tutti insieme e guidare fino a Río Cuarto nel mio camion .

: così Rena era altrettanto importante per il resto della famiglia. A quel tempo aveva preso una specie di qualità mitica, non solo per Reyes ma per tutti.

: Sì, credo che Rena fosse più simile a un altro membro della famiglia. María Elena, la moglie di Reyes, e i loro cinque figli conoscevano questa storia di amicizia che aveva marcato il tenente così profondamente.

Durante l’ora di otto ore da Buenos Aires a Río Cuarto, Reyes poteva solo pensare a tutto questo Era capitato di portarlo in quel momento: la morte di Rena, la Sacra carta con la data che segna la fine della guerra scritta sulla schiena, si mescolavano in un unico gonfiore di emozioni a Reyes. Infatti, mi ha detto che 90 chilometri prima di arrivarci …

: Ho fermato l’auto lì e ho detto a me stesso: “Pensa solo, dopo tanti anni e così tanti chilometri, dopo tutto ciò che è successo e tutto Altrimenti, siamo nel capitolo finale, siamo a 90 chilometri di distanza dall’abbracciare di nuovo e raccogliendo dove ci siamo lasciati in una storia così lunga “. Così ho aspettato prima di uscire di nuovo perché mi è piaciuto pensare in quel momento di tutto ciò che ci ha uniti, in quel capitolo finale, e tutto ciò che ci aveva tenuti a parte.

: La storia è stata così toccata che i media Nel Río Cuarto scoprì che Reyes stava arrivando e c’erano lì alla porta di Rena, quindi non perdevano la riunione.

: E bene, la stampa si era già riunita. A un certo punto gli dissero Arrivato, e bene, raggiunge la parte anteriore della casa …

: Reyes è uscito dalla sua auto e Rena andò sul marciapiede per salutarlo.

: E quando abbiamo visto ciascuno Altro, faccia a faccia, sembrava un po ‘più grande ma non ho mai dimenticato la sua faccia.

: Potrei dire che lo è stato subito. Non era affatto cambiato. Era un po’ di pezza era tutto.

: Quindi ci siamo abbracciati ed era … era come quando ci siamo abbracciati quando abbiamo detto addio, indietro in Malvinas. Ma questa volta stavamo tornando insieme.

E Con tutte queste emozioni, beh, non lo so, ci siamo lasciati. Subito .

: Rena aveva preparato tutto. Aveva dipinto la casa e ha fatto una nuova parrilla.

: era una nuovissima parrilla. Il cemento era ancora asciutto in alcuni punti.

: E c’è un video della riunione, che è un video a casa che Rena e la sua famiglia fatta. E l’ho visto.

(home video soundbite)

: Chi vuole il compagno? Chi altro vuole amico?

: Quando guardo il video, mi rendo conto che Rena è un ragazzo senza pretese. Ha una casa davvero modesta. È un soldato, e poi arriva questo tenente! In altre parole, è questo ragazzo che ha un rango diverso, un più alto, e tutto ciò che comporta. Quindi ha fatto tutto ciò che poteva essere un buon ospite per lui.

: Quindi abbiamo avuto una giornata fantastica. Era una bella giornata.

: E prima di lasciare la casa di Rena, Reyes gli mostrò un regalo che aveva comprato pensando alla santa carta Rena gli ha dato in quell’ultimo giorno, 29 anni prima.

: Ho comprato due statue dipinte della Vergine di Luján che erano circa 45, 50 centimetri -pretty grandi. E abbiamo scritto il suo nome su uno e il mio nome dall’altro, e ho lasciato quello con il mio nome con lui e ho tenuto quello con il suo nome.

: E alla fine avevano l’Asado?

: Sì. E dopo tanti anni di silenzio e emozioni contrastanti … perché i veterani della guerra a Malvinas hanno perso molto. Per più di 29 anni reyes pensava che avesse perso quella persona che era una delle poche persone che sapeva esattamente quello che era stato attraverso durante la guerra.

Almeno sono stati in grado di godere di quello di Asado che avevano promesso a vicenda.

: Non è una cosa piccola, non pensi?

: non affatto. Quel giorno, con tutto quel backstory, hanno guadagnato qualcosa di enorme.

: questa storia è stata prodotta da Gisela Ederle e Javier Lucero. Gisela è un giornalista a Buenos Aires e lavora presso la stazione radio Università Nacional de General Sarmiento. Javier lavora presso Radio Universidad de Río de Cuarto e Radio Río Cuarto, in provincia di Córdoba. Il libro di Jorge Reyes è stato alla fine pubblicato sotto il titolo “Malvinas, Vinieron y les presentamos Batalla”.

Vorremmo anche ringraziare Gabriel Pasquini, Javier Trimboli, Gonzalo Arechaga, Osvaldo Daniele e Facundo Pérez Toro dal Universidad Nacional de la Patagonia Austral Austral.

Questa storia è stata modificata Di Luis Tralles, Camila Segura, Silvia Viñas e da me. La miscelazione e il suono sono di Martina Castro e Andrés Azpiri. La musica è di Luis Maurette.

Il resto del team radiobulante comprende Jorge Caraballo, Remy Lozano, Miranda Mazaries, Patrick Mosley, Ana Prieto, Laura Rojas Aponte, Barbara Seahill, David Trujillo, Elsa Liliana Ulloa e Luis Fernando Vargas. Carolina Guerrero è il nostro CEO.

Radio Ambulante è prodotto e misto su Hindenburg Pro.

Seguici su Instagram? Vogliamo seguirti indietro. Pubblica in una delle tue storie un video di te ascoltando radio ambulante o raccomandare il podcast ai tuoi amici e taggaci come @radioambulent. Oggi seguiremo i conti che ci menzionano. Ricorda: @RadioAmbulent in Instagram. Grazie!

Per ascoltare altri episodi e saperne di più su questa storia, visitare la nostra pagina web, radioambulante.org.

Radio Ambulante racconta le storie dell’America Latina. Sono Daniel Alarcón. Grazie per l’ascolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *