Trattamenti per la stitichezza: una recensione di recensioni sistematiche

stitichezza ha molte definizioni ed è spesso descritta in modo diverso a seconda della popolazione consultata. I medici possono definire la stitichezza come una riduzione della frequenza dei movimenti intestinali inferiori a tre volte alla settimana, mentre i pazienti identificano più con i sintomi associati alla stitichezza, come difficoltà nell’agire, la coerenza di sgabelli rigidi, sensazione di crampi addominali e la sensazione di passaggio di evacuazione incompleto. Le cause della stitichezza possono essere primarie (idiopatiche) o secondarie ad altri fattori come dieta, farmaci o condizioni mediche. La stitichezza può influenzare chiunque come un fastidio inferiore, ma fino a un quarto della popolazione sperimenta cronica o tomba. Può influenzare sostanzialmente la qualità della vita ed essere debilitante. Si stima che tra il 2% e il 27% della popolazione siano interessati a seconda della definizione di stitichezza utilizzata. Sono disponibili diverse opzioni di trattamento e includono agenti dietetici o aumento del volume, lassativi osmotici o addolcitori stimolanti, sgabelli e agonisti 5-HT4. Gli agenti di caricamento includono fibre solubili (cioè, psyllium, ispaghula) e fibra insolubile (cioè crusca di grano), che, se assunta con acqua, aumentano il volume di sgabello e la frequenza delle deposizioni. I lassativi osmotici (lattumosi cioè, latte di polietilene glicole, macrogole, latte magnesia), sono scarsamente assorbiti dall’intestino e agiscono come agenti iperosmolari, aumentando il contenuto di acqua dello sgabello e rendendo lo sgabello più fluido e facile da passare. I lassativi stimolanti (cioè Senosides, Bisacodile, Sodio Picosulfate) agiscono nella mucosa intestinale, l’aumento dell’acqua ed elettroliti e stimolando il peristaltismo. Lo sgabello addolciti (cioè, sodio o documentario di calcio) si ritiene che facilitino la miscela di sostanze acquose e grasse e ammorbidisce lo sgabello. I 5-HT4 agonisti (cioè prulucaloprida) stimolano il perisaltismo che aumenta la motilità del colon in individui con cause non neurogeniche di stitichezza. Tenendo conto delle diverse cause e popolazioni di pazienti che possono sperimentare la stitichezza, ci sono domande riguardanti l’efficacia e la sicurezza dei trattamenti disponibili. Una recente revisione rapida ha concluso che non vi è stata una carenza di buona qualità delle prove per supportare l’uso di addolcitori di feci per la gestione o la prevenzione della stitichezza negli adulti in un ospedale e ambiente di assistenza a lungo termine. Documento sembrava essere più efficace del placebo per aumentare la frequenza di deposizioni o sgabelli ammorbidenti e non riducendo i sintomi associati alla stitichezza. Lo scopo di questo rapporto è di rivedere le prove disponibili per la sicurezza e l’efficacia degli ammorbidenti, lassativi, gli agenti merci e gli agonisti di 5-HT4 per il trattamento della stitichezza in adulti e bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *